Centro di Documentazione Criminologica

Il GUN ha creato il primo Centro di Documentazione Criminologica, un archivio contenente oltre 2.000 documenti, tra  cui dati sensibili, atti rilevanti dei singoli casi criminali, profiling documentati, perizie e analisi linguistica delle dichiarazioni individuali nel rispetto della privacy  e dell'etica della tutela dei protagonisti di centinaia di casi criminologici italiani, con l’ausilio del prof. Francesco Bruno, che ha consentito di acquisire un’ampia e rilevante documentazione criminologica.

La Banca Dati è stata suddivisa in 2 grandi aree concettuali, in conformità con l’approccio teorico del Laboratorio:

 La criminologia dell’individuo
La criminologia del soggetto

La prima area consiste nel reperimento e catalogazione dei dati che riguardano gli individui criminali, a partire dalla casistica del prof. Bruno. Ulteriori dati verranno forniti dalla Lincoln University, grazie al contributo del Prof. Charlie Brooker, Professor of Mental Health & Criminal Justice CCAWI/University of Lincoln, che ha aderito allo IUN.
La seconda area tratterà tutti i dati che riguardano i soggetti di un’organizzazione criminale, come i terroristi e gli appartenenti alla criminalità organizzata (mafia, ‘ndrangheta, camorra ecc.). Gran parte della documentazione è stata fornita dalla Università del Meriland, in virtù degli accordi presi nell’ambito dello International University Network. Per l'accesso al Centro di Documentazione Criminologica scrivere a segreteria@glocaluniversitynetwork.eu